con i pacifisti, per Gaza

Di   31/05/2010

Apprendiamo con sconforto, dolore e rabbia dell’ultima aggressione compiuta dall’esercito israeliano, uno dei più numerosi e meglio armati di tutta la terra, per volontà del governo della destra israeliana capeggiata dal “falco” Nethanyau. Questa volta l’assalto avviene nel mar Mediterraneo, in acque internazionali, nei confronti di un gruppo di navi di organizzazioni non governative e pacifisti, coordinati dal Free Gaza Movement, i quali da molto tempo avevano dichiarato che avrebbero violato il disumano blocco economico nei confronti della Striscia di Gaza per portarvi aiuti umanitari, soprattutto cibo e medicinali. Ricordiamo a tutti che solo nel dicembre 2008 gennaio 2009 con l’operazione “Piombo fuso” lo stesso esercito israeliano aveva causato più di mille vittime civili palestinesi oltre che la distruzione delle strutture tipiche della vita quotidiana: ospedali, scuole, mercati e tante case.

Ormai siamo oltre ogni limite, dopo settant’anni la vittima si è trasformata in carnefice: quello di qualche ora fa è un atto di guerra, un atto criminale contro civili indifesi! è inaccettabile, e noi non accettiamo silenzi e richieste di equidistanze.

La stessa ONU si dichiara scioccata! Non Basta!

Chiediamo l’immediata sospensione di ogni trattato di cooperazione economica, commerciale e militare, del nostro paese come dell’Unione Europea, nei confronti di Israele. Si prendano decisioni nette in sede internazionale di condanna e di sanzioni nei confronti di Israele. Si esiga l’immediata revoca del blocco della striscia di Gaza.

Basta con la intollerabile politica dei due pesi e delle due misure che ha garantito ad oggi al governo israliano la totale immunità nonostante una politica di guerra e oltranzista che ha reso vano ogni tentativo di accordo negoziale per la soluzione del conflitto israelo-palestinese.
Rifondazione Comunista si impegna nelle prossime ore a mobilitarsi in questo senso. Nell’esprimere il cordoglio per le vittime del brutale massacro, ribadiamo il nostro pieno sostegno e appoggio alle azioni del movimento pacifista e di solidarietà internazionale: Gaza e la Palestina devono vivere!
Palestina Libera!


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.