Rifondazione Comunista- Compagni di Strada e Sinistra Italiana al fianco dei lavoratori Tra.Sma.R.

Di   06/10/2017

Rifondazione Comunista – Compagni di Strada e Sinistra Italiana al fianco dei lavoratori Tra.Sma.R.

Apprendiamo dai giornali locali dello sciopero dei lavoratori dell’azienda Tra.Sma.R a causa di reiterati pagamenti ritardati dei salari. L’azienda in questione si occupa della selezione dei rifiuti provenienti da raccolta differenziata, appaltatrice del servizio per conto dell’ASM. L’Azienda municipalizzata ha fatto sapere che da parte propria non sussistono ritardi nei pagamenti, ciononostante la Tra.Sma.R non riesce a retribuire con puntualità i propri dipendenti.

Chiediamo all’Amministrazione e all’assessore che si occupa di aziende partecipate – ovviamente sempre il Sindaco – di spiegare quanto sta succedendo. Come sempre a coloro che decidono di scioperare per rivendicare un diritto va la nostra solidarietà, per questo crediamo che un segnale forte e chiaro debba arrivare dalle istituzioni finora silenti.

É bene che l’Amministrazione comunale dica finalmente una parola chiara sul futuro e sulle prospettive dei lavoratori impegnati nell’impianto di selezione della plastica.

La precedente Amministrazione comunale e gestione dell’Asm hanno approvato un progetto di nuovo impianto di selezione, hanno messo a disposizione 7 milioni di euro per rendere il processo di selezione economicamente competitivo e vantaggioso anche per le entrate comunali nonché per assicurare stabilità occupazionale ai dipendenti dell’impianto.

Anche su questo progetto già finanziato, ad oggi dopo 100 giorni dall’insediamento del nuovo sindaco Minervini (che è anche assessore alle partecipate oltre che al bilancio, al patrimonio, al personale, allo sport) non abbiamo una posizione pubblica ufficiale.

Cari amministratori “saggi ed esperti”, se ci siete battete un colpo, soprattutto per dare assicurazioni ai lavoratori e alle loro famiglie.

Partito della Rifondazione Comunista/Compagni di strada

Sinistra Italiana

foto di www.molfettalive.it

 


Rispondi