il Comune di Molfetta pagherà

Di   28/02/2010

7.800.000,00 €

E’ questa la cifra che il Comune di Molfetta deve pagare all’impresa costruttrice del porto grazie alla megalomania incompetente del Sindaco-Senatore Azzollini. E’ questa la cifra che i molfettesi sborseranno a causa del pressappochismo e della demagogia della destra.

Con la Delibera di Giunta Comunale n. 25 del 1° febbraio 2010 è stata approvata la transazione tra Comune e impresa appaltatrice per la costruzione del porto per i “maggiori oneri connessi al protrarsi dei tempi di esecuzione dei lavori di costruzione del nuovo porto, conseguente alla presenza degli ordigni residuati bellici”.

L’approvazione in fretta e furia della megaopera nella campagna elettorale del 2006 (elezioni politiche e comunali) inizia a dare oggi i suoi frutti avvelenati.

Precedentemente c’era stata la trasmissione degli atti relativi alla costruzione del porto alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica per “numerose irregolarità riscontrate (tutte strettamente lesive della corretta e tempestiva esecuzione dell’appalto)” da parte del Consiglio dell’Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici.

Inizialmente la durata dei lavori risultava fissata in 1.388 giorni e l’ultimazione prevista per il 13 gennaio 2012. A causa dell’attività di bonifica delle bombe, problema sottovalutato sin dall’inizio per la fretta e la propaganda, ad oggi sono stati effettuati meno del 7% dei lavori e il cronoprogramma è stato completamente stravolto.

Con questo accordo si cerca di tacitare ogni pretesa dell’impresa sino al 31 dicembre 2011. Ciò significa che se i lavori si prolungassero oltre questa data, cosa molto probabile a causa del numero elevato di ordigni, l’impresa potrebbe reclamare ulteriori danni.

Ormai è chiara l’inadeguatezza del Sindaco nella gestione dell’“affare Porto”, ed è necessario che la Regione avvii la procedura per ritirare la delega alla stazione appaltante ossia al Comune di Molfetta, conferita con Delibera di Giunta Regionale n. 2051 del 23 dicembre 2002.

Dopo mesi in cui ripetutamente il Sindaco Azzollini e la sua amministrazione si sono sottratti, anche nelle sedi istituzionali alla discussione dell'”affare Porto” ora questo bubbone, frutto della irresponsabile faciloneria, è esploso.

E i molfettesi ora dovranno iniziare a pagare.

Adesso i molfettesi sanno
chi “ringraziare” il 28 e 29 marzo.


3 Commenti il “il Comune di Molfetta pagherà

  1. Stranito molfetta

    io credo che qualcuno stia gioendo dopo questa notizia..

  2. Pingback: Lo scandalo del porto di Molfetta: ne parliamo Domenica 11 ottobre | Rifondazione Comunista Molfetta

Rispondi