interpellanza consiliare su antenne per la telefonia mobile

Di   09/03/2009

Premesso che
il fenomeno dell’elettrosmog ha rappresentato in questi ultimi anni, almeno a partire dal biennio 2001-2002, uno dei problemi più sentiti dalla popolazione e per il territorio del Comune di Molfetta, su cui insistono 40 (quaranta) impianti tra quelli di telefonia cellulare e delle emittenti radio;
con parere del Dirigente del Settore Territorio del 29/06/2001 si dava autorizzazione all’installazione di un impianto di telefonia cellulare sul lastrico solare del condominio di via Martiri di Via Fani n. 5/E, e con atto n. 7043 del 26707/2001 si dava conseguente permesso di costruire;
l’installazione di detto impianto procurava notevoli dispute tra il gestore Alcatel-Wind e condomini nonché tra Comune e gestore;
il Regolamento comunale per l’installazione, la modifica e l’adeguamento delle stazioni radio base per la telefonia cellulare e le emittenti radiotelevisive, approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 70 del 31/01/2002, stabilisce all’art. 1, comma 3 che princìpi fondamentali del Regolamento sono <<il principio di precauzione>> e <<il principio di cautela e di minimizzazione dell’esposizione>>;
in seguito ad approvazione del Regolamento comunale e alle aumentate richieste di installazione di impianti da parte degli operatori di telefonia, a partire dall’anno 2001-2002, nonché della dichiarazione di illegittimità costituzionale del Decreto “Gasparri” (D.Lgs 4 settembre 2002, n.198) l’Amministrazione comunale ha perseguito con il Piano delle antenne una politica di concertazione e coordinamento tra Ente locale, Asl, Ispesl e gestori degli impianti nonché portatori di interessi diffusi costitutiti in associazioni e comitati, tesa a delocalizzare il più possibile gli impianti dal centro urbano abitato; tale politica di concertazione ha comportato la concessione in locazione di siti comunali richiesti dagli operatori di telefonia mobile, demandando al Dirigente del Settore Territorio l’individuazione di tali siti;
con Delibera di Giunta Comunale n. 65 del 13/02/2008 avente ad oggetto <<Atto di transazione Comune di Molfetta/Wind Telecomunicazioni SPA. Presa d’atto>>
– <<la Wind Telecomunicazioni S.p.A., prendeva atto della nuova proposta fatta dall’Amministrazione Comunale di allocare gli impianti di telefonia mobile sulla struttura portantenne da costruirsi in proprio su apposito sito comunale (ubicato nei pressi del costruendo campo sportivo – zona 167) da parte della Pubblicity Agency s.r.l. Unipersonale;
– la soluzione in parola, avrebbe comportato la rimozione della torre faro di proprietà della H3G ed insistente al centro del costruendo campo sportivo, ove la stessa aveva posizionato i propri impianti di trasmissione di telefonia mobile, e la rimozione dell’impianto di Wind Telecomunicazioni S.p.A. siti in via Martiri di via Fani, così definitivamente razionalizzando l’ubicazione dei detti impianti agli obiettivi di legge e comunali, di sanità pubblica e di tutela del pubblico interesse;
con lettera di intenti del 20.01.2006, la Wind Telecomunicazioni S.p.A. ed il Comune di Molfetta […] concordavano, tra gli altri obiettivi posti nel medesimo accordo, di rimuovere l’impianto di telefonia mobile ubicato in via Martiri di via Fani, alla contestuale concessione, da parte del Comune, di altre aree comunali con la relativa autorizzazione al loro impiego per l’installazione e attivazione di impianti
di telefonia mobile;
in data 29.01.2007 il Comune di Molfetta, concedeva in locazione, alla Publicity Agency s.r.l., il suolo ubicato in Molfetta nei pressi dell’erigendo campo sportivo in
zona 167, concesso al fine esclusivo di costruire, a propria cura e spese, un traliccio
portantenne da utilizzarsi per la allocazione, tra gli altri, degli impianti di
trasmissione di telefonia mobile presenti sia all’interno dell’erigendo campo sportivo
in zona 167 (H3G) sia quelli di via Martiri di via Fani (Wind);
considerata, l’esigenza di rimuovere la torre faro di proprietà di H3G ubicata nella
zona interna del costruendo campo sportivo, quest’ultima colpita da ordine di
rimozione e di sgombro dell’Amministrazione, e preso atto della disponibilità della
ditta proprietaria del manufatto (Publicity Agency s.r.l.) alla allocazione dei detti
impianti, veniva stralciata la posizione della società H3G, autorizzandola a
concordare privatamente e a stipulare apposito contratto di locazione con la
Publicity Agency s.r.l.;>>
considerato che
alla data odierna risulta ancora sospesa la domanda del gestore Alcatel-Wind, presentata in data 10/07/2006, di installazione di un nuovo impianto di telefonia presso il nuovo e costruendo campo sportivo della zona 167;
l’installazione di questa nuova postazione renderebbe possibile trasferire l’impianto installato sul lastrico solare del condominio di via Martiri di Via Fani 5/E e consentirebbe quindi la sua definitiva dismissione;
alla data odierna risulta installata presso il nuovo e costruendo campo sportivo della zona 167 un impianto di telefonia mobile del gestore H3G, con parere favorevole del Dirigente Settore Territorio del 30/04/2002 e conseguente permesso di costruire n. 7728 del 14/01/2003);
alla data odierna le antenne e gli impianti di telefonia mobile installati su siti comunali concessi in locazione, con relativo canone d’affitto e quindi di indubbia positività per le casse comunali, ammontano al numero di 12 (dodici);
tutto ciò premesso e considerato, il sottoscritto consigliere comunale interpella l’Amministrazione Comunale per sapere:
1. per quali motivi non si sia stata data applicazione ai deliberati della Delibera di Giunta Comunale n. 65 del 13/02/2008 avente ad oggetto <<Atto di transazione Comune di Molfetta/Wind Telecomunicazioni SPA. Presa d’atto>> e sia ancora sospesa la domanda di installazione del gestore Alcatel-Wind presso il campo sportivo della zona 167;
2. quali siano gli impedimenti a un’eventuale installazione dell’impianto del gestore Alcatel-Wind presso il nuovo e costruendo campo sportivo della zona 167 in “coabitazione” con l’impianto del getsore H3G ovvero in modalità “Cosyting”, analogamente a quanto avviene ad esempio per le antenne del gestore Vodafone, H3G e Società 3 Lettronica Industriale S.p.a. presso il Cimitero e il Campo sportivo “P.Poli” oppure per le antenne H3G, Tim e Società 3 Lettronica Industriale S.p.a. presso l’ex Mercatto ortofrutticolo in via Balice;
3. se ci siano clausole dei contratti stipulati di locazione di siti e/o immobili comunali a beneficio di operatori di telefonia mobile che consentano all’Ente comunale di richiedere agli operatori locatori di concedere ad altri operatori qualsivoglia diritto di utilizzazione delle restanti parti dell’immobile oggetto del contratto e, in subordine, se un rifiuto di ulteriori installazioni da parte di altri operatori potrebbe comportare la decadenza del contratto stipulato;
4. quali siano gli impedimenti affinché l’Amministrazione prosegua la linea della politica della concertazione con i gestori, dando mandato agli uffici competenti per l’individuazione nei prossimi 30 giorni di eventuali altri siti comunali su cui delocalizzare l’antenna di via Martiri di via Fani 5/E e proponendo così al gestore Alcatel-Wind uno schema di contratto di locazione e la sua approvazione nei prossimi 90 giorni.
5. quali siano, in definitiva, gli intendimenti a breve termine dell’Amministrazione per la risoluzione dell’annoso problema dell’impianto di telefonia installato sul lastrico solare del condominio di via Martiri di Via Fani 5/E.
Auspicando chiari e celeri riscontri alle domande, si richiede risposta scritta e orale in Consiglio Comunale e che la presente venga inserita all’o.d.g. nella prima seduta consiliare utile.
Il consigliere
Giovanni Porta

PRC-Molfetta


Rispondi