a Molfetta dopo la quarta bomba

Di   12/02/2009

Pubblichiamo il comunicato stampa del consigliere comunale Gianni Porta:

23 novembre, 28 dicembre, 3 gennaio, 10 febbraio: quattro bombe in due mesi e mezzo, una media di una ogni 20 giorni.

Ormai nessuno crede più alla casualità, tutti avvertono una situazione non ordinaria e dai danni alle cose si è passati a quelli alle persone coinvolte fortuitamente nell’esplosione di martedì sera a Molfetta.

Avevamo già lanciato l’allarme nel consiglio comunale del 9 gennaio ma dal sindaco, da noi interrogato per fatto grave in quanto autorità di pubblica sicurezza, non giunse, come al solito sprezzantemente, risposta alcuna su cosa l’amministrazione pensasse di questi accadimenti, né quali azioni intendesse mettere in campo.

Adesso ci risiamo, e accogliendo comunque come un dato positivo l’intervento a mezzo stampa dell’amministrazione di condanna dell’evento di martedì sera, interroghiamo il sindaco e la sua giunta su quali misure intendano mettere in campo per ripristinare situazioni di sicurezza e tranquillità.

Chiediamo se e quando il sindaco intenda richiedere la convocazione di una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza; e se quest’amministrazione e le altre forze politiche intendano raccogliere la nostra proposta, fatta sempre nel consiglio comunale del 9 gennaio, cioè la convocazione di una seduta di consiglio comunale monotematica sulla questione della sicurezza e dell’ordine pubblico, da tenersi in “esterni” in una delle piazze cittadine dei quartieri più toccati da questi eventi, piazza Immacolata o piazza Paradiso.

Forse anche questi piccoli gesti possono contribuire a rassicurare la cittadinanza sulla vicinanza e sulla operosità delle istituzioni, soprattutto in un momento di crisi e di manifestazione di altre forme di illegalità che in questo periodo interessano la nostra città, e forse sarebbero anche dei gesti che renderebbero le istituzioni meno superbe nella loro presunta autosufficienza.

PRC-Molfetta


Rispondi