comunicato sui concorsi banditi dal Comune di Molfetta

Di   04/11/2010

In riferimento ai concorsi banditi dal Comune di Molfetta, pubblicati sulla G.U. del 29 ottobre u.s., dietro sollecitazioni di cittadini abbiamo notato che nelle determine dirigenziali non risulta allegata alcuna tabella e/o riferimento alla valutazione numerica che sarà stabilita per i titoli.
Pensiamo che non sarebbe inutile, ai fini di una migliore comunicazione istituzionale, se sul sito web del Comune di Molfetta, alla sezione “Concorsi e gare”, oltre ai vari bandi venisse inserito anche il “Discipinare comunale delle procedure di accesso dall’esterno per gli impieghi” in cui sono indicati i punteggi per titoli.
Tale regolamento è infatti contenuto nella Delibera del Commissario straordinario n. 58 del 25/05/2006 (che alleghiamo al presente comunicato), reperibile sempre sul sito web nella sezione “Atti e Settori Comunali”, ma riteniamo che per l’evenienza straordinaria (non capita spesso infatti che il nostro Comune bandisca concorsi) possa essere pubblicato con maggiore evidenza, anche con la notizia stessa dei concorsi.
Sarebbe utile per i cittadini desiderosi di avere informazioni e per alleggerire dal carico di eventuali richieste, telefoniche e non, gli Uffici.
Se c’è un sito web istituzionale chiediamo che lo si utilizzi al meglio, a partire da quest’occasione.

Cordiali saluti.

Molfetta, 4 novembre 2010

Gianni Porta
Cons. comunale
Rifondazione Comunista – Federazione della Sinistra

  Disciplinare procedure accesso dall'esterno (603,1 KiB, 272 hits)


Un commento il “comunicato sui concorsi banditi dal Comune di Molfetta

  1. ho cambiato idea

    Egregio Consigliere,
    come Le è noto la costruzione del porto commerciale di Molfetta è stata finanziata con una legge dello Stato che stanziava la somma di Lire 100.000.000.000 (centomiliardi). La stessa legge autorizzava la Regione, e per essa il Comune di Molfetta in virtù della delega avuta, a contrarre un mutuo per la somma corrispondente. Tale facoltà è stata esercitata dal Comune con un costo di un terzo della somma totale. La somma residua si è ulteriormente ridotta di € 7.800.000,00 a titolo di transazione con la CMC di Ravenna.
    Domande:
    1) con quali mezzi potrà essere completata questa elefantiaca opera di dubbia necessità?
    2) se la sua gestione (vedi la transazione con la CMC) configura un danno erariale, perchè nessuno parla? Firmato: ho cambiato idea

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.