impegni precisi e ufficiali per gli immobili di via Azzarita

Di   17/03/2010

Nello scorso febbraio la Giunta Comunale ha adottato lo schema del Programma triennale 2010/2012 e l’elenco annuale delle opere pubbliche per il 2010.

Ebbene, in questo programma per l’anno 2010 sono previste a disposizione dell’Amministrazione somme per circa 43 milioni di euro. Si prevedono numerosi interventi quali l’adeguamento degli edifici scolastici e di altri immobili comunali alle norme di sicurezza, la manutenzione del Centro antico, della segnaletica stradale, delle spiagge e l’immancabile approfondimento dei fondali del porto. Apprendiamo, inoltre, dalla Gazzetta del Mezzogiorno di ieri che presto partiranno – e ce lo auguriamo davvero – i lavori di ristrutturazione dei parchi di Ponente e Levante.

Nel Programma delle opere pubbliche per il 2010 vi è anche una voce “Manutenzione straordinaria Immobili comunali” per un importo di 110.000 euro. Ebbene, chiediamo ufficialmente all’Amministrazione: questa voce riguarda gli interventi urgenti che ci sono da fare per gli immobili in via Leonardo Azzarita, zona 167, incrocio via Terlizzi?

Infatti, il 25 febbraio scorso sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco per mettere in sicurezza tali immobili comunali, poiché grossi calcinacci si sono staccati da un balcone e da costoni dello stabile in evidente stato di trascuratezza. Si tratta di immobili di proprietà comunale, la cui assenza di manutenzione ordinaria e straordinaria sin dalla loro costruzione li ha trasformati in un pericolo sia per gli abitanti che per i passanti (segnaliamo che al piano terra vi sono gli uffici del Centro territoriale per l’impiego).

Da mesi, con interventi pubblici in Consiglio comunale e a mezzo stampa, abbiamo denunciato lo stato vergognoso in cui in cui versano da anni questi immobili e la situazione di pericolo da essi rappresentata.

Chiediamo una conferma positiva alla nostra domanda da parte dell’Amministrazione e un impegno formalesenza rimandi e senza ambigue promesse – affinché quanto prima, grazie alle somme stanziate nel programma triennale delle opere pubbliche e poi nel bilancio 2010, si possano mettere in sicurezza questi stabili comunali.

Molfetta, 17 marzo 2010
Il consigliere comunale

Gianni Porta


Rispondi