Gianni Porta: perchè votare

Di   05/03/2010

PERCHE’ VOTARE
Il 28 e 29 marzo siamo chiamati a scegliere se continuare un cammino di cambiamento oppure tornare indietro, alla politica dei più ricchi incarnata dal “viceré” Fitto.

In questi anni si è provato a costruire una Puglia migliore, ascoltando le voci di chi non ha lavoro, di chi è precario, dei giovani spesso costretti a lasciare la propria terra, dei tanti che reclamano sanità, casa, cultura, formazione professionale, un ambiente sano e un territorio sicuro in cui vivere.

Il bilancio è fatto di tante positività, non senza criticità. Non è facile cambiare immediatamente abitudini clientelari e atteggiamenti servili, respingere abbracci mortali di lobbies e traffichini della vecchia politica saliti sul carro del vincitore.

Manteniamo la barra a sinistra anche se si cerca con uno sbarramento elettorale del 4% di far sparire dal Consiglio regionale qualsiasi voce critica e alternativa al neoliberismo che vuole mercificare il avoro, l’acqua, la salute e spesso seduce anche amici e alleati.

Per questo, noi di Rifondazione Comunista, all’interno della Federazione della Sinistra, e in alleanza con i Verdi, oggi come 5 anni fa – anzi più di 5 anni fa – crediamo che per non disperdere quanto di buono fatto finora, e continuare nel cambiamento della Puglia, non si tratti di delegare tutto a qualcuno ma dare fiducia a uomini e partiti che giornalmente dimostrano sul campo il loro attaccamento agli interessi di chi non ha voce per parlare.


Rispondi