interpellanza consiliare sulla politica del personale del comune di Molfetta

Di   25/11/2009

Premesso che
– con Delibera n. 52 del 2 marzo 2009 la Giunta Comunale approvava la Programmazione del fabbisogno di personale – Rimodulazione 2009-2010-2011;
– con tale delibera si fissavano le unità di personale da assumere nelle seguenti quantità:
– 20 unità nel 2009 (di cui la metà mediante procedure selettive pubbliche e metà mediante stabilizzazione);
– 14 unità nel 2010 (di cui 2 mediante procedure selettive interne, 7 mediante procedure selettive pubbliche, 5 mediante stabilizzazione);
– 14 unità nel 2011 (di cui 2 mediante procedure selettive interne, 7 mediante procedure selettive pubbliche, 5 mediante stabilizzazione);
– sempre in tale delibera si prevedevano altre stabilizzazioni per il personale L.s.u. con il processo di esternalizzazione di alcuni servizi comunali quali la refezione scolastica, la gestione dell’impianto natatorio, la Cittadella degli artisti e il trasporto scolastico;
– la copertura dei posti riservati alla stabilizzazione dei lavoratori L.S.U. e Co.Co.Co., così come individuati nell’allegato A) al provvedimento, “potrà avvenire non prima del 1° giugno 2009, mentre la copertura dei posti destinati a procedure selettive pubbliche di cui al medesimo allegato potrà avvenire non prima del 1° dicembre”;

considerato che
– mentre i servizi e le competenze del Comune sono in continuo aumento il personale comunale è invece da anni in continua diminuzione per via di pensionamenti, dimissioni, mobilità (29 dipendenti nell’ultimo triennio);
– la pianta organica risulta coperta in misura del 50% (269 unità in servizio sui 531 posti previsti);
– grazie alla presenza di 47 unità, di cui 31 lavoratori socialmente utili e 16 lavoratori Co.co.co., la macchina amministrativa riesce a supplire alle gravi carenze di organico;
– risultano sospese anche 30 progressioni verticali;
– il Piano del fabbisogno approvato dal Commissario Straordinario per l’anno 2008 è stato completamente disatteso dall’Amministrazione comunale;

tutto ciò premesso e considerato, il sottoscritto consigliere comunale interpella l’Amministrazione Comunale per sapere:

1. quali e quanti risparmi sulla spesa del personale si sono avuti nell’Ente a seguito di cessazioni di servizio dal 2002 ad oggi;
2. quante assunzioni vi sono state nell’ultimo triennio;
3. quanti lavoratori socialmente utili allo stato sono stati esternalizzati nei servizi di refezione scolastica, gestione dell’impianto natatorio, Cittadella degli artisti e trasporto scolastico;
4. quando saranno avviate le procedure per la copertura dei 10 posti riservati alla stabilizzazione dei lavoratori L.S.U. e Co.Co.Co., atteso che il 1° giugno 2009 risulta da tempo passato;
5. quando partiranno le procedure per la copertura dei 10 posti mediante procedure selettive pubbliche;

Auspicando chiari e celeri riscontri alle domande, si richiede risposta scritta e orale in Consiglio Comunale e che la presente venga inserita all’o.d.g. nella prima seduta consiliare utile.

Il consigliere
Giovanni Porta


Un commento il “interpellanza consiliare sulla politica del personale del comune di Molfetta

  1. Pingback: Gianni Porta candidato alle regionali 2010 | Rifondazione Comunista Molfetta

Rispondi