bilancio di 5 anni di governo della Provincia di Bari

Di   31/05/2009

In sintesi quello che è stato fatto per Molfetta dai nostri rappresentanti in consiglio e in giunta: è il testo del volantone che abbiamo distribuito in queste settimane.

9 milioni di euro per le SCUOLE:
Il sistema dell’istruzione è una risorsa fondamentale per la crescita della comunità locale. Le scuole vanno valorizzate come centri di promozione umana e culturale, di aggregazione sociale e di partecipazione democratica. In vista di queste finalità la Provincia ha elaborato piani per l’edilizia scolastica con l’obiettivo della sicurezza e dell’innovazione, per aprire le porte delle nostre scuole al territorio.

Istituto Alberghiero:
La sede di via Giovinazzo è stata liberata dalla copertura di cemento-amianto; la bonifica ha aperto la strada al trasferimento presso l’Apicella che, in seguito a lavori di messa a norma e sicurezza e l’allestimento di cucine, ha consentito di risolvere la carenza di aule e i disagi dei doppi turni. Ulteriori risorse per la messa a norma della sede di via Giovinazzo.

Istituto Professionale per il Commercio e i Servizi Sociali “Don Bello”:
La sede ha visto lavori di manutenzione e rifacimento degli impianti igienico sanitario, elettrico e idrico, ripristino del sistema antincendio e sistemazione della palestra coperta (prima inagibile) e il recupero di 3 nuove aule. Dopo 16 anni dalla nascita si sta completando l’auditorium da 200 posti finora usato come deposito (mancano solo le poltrone). Saranno recuperate, con l’utilizzo del seminterrato, altre 12 aule per laboratori, facendo rientrare le classi ora presso la ex scuola “Kolbe”.

Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri “G. Salvemini”:
Ci sono stati lavori di messa a norma e sicurezza con l’abbattimento delle barriere architettoniche, mentre è in fase di approvazione il progetto di recupero della casa del custode e del seminterrato dove vi saranno laboratori in modo da liberare aule e far rientrare 5 classi situate presso la scuola elementare “Berlinguer”.

Istituto Polivalente (Itis “G. Ferraris” e Liceo Scientifico “A. Einstein”):
Per l’ITIS si è provveduto al consolidamento statico del plesso e all’approvazione del progetto per costruire 15 nuove aule, 5 laboratori e la nuova palestra coperta (per un importo di € 3.583.000), per consentire il rientro di 15 classi attualmente presso l’Apicella.
Per il Liceo Scientifico si è provveduto a interventi per rendere agibili gli ambienti didattici e, con l’ampliamento dell’ITIS, ritornerà in pieno possesso della palestra oggi condivisa. Inoltre vi son stati lavori di rifacimento delle recinzioni esterne e dell’impianto di illuminazione.

Liceo Sociopsicopedagogico “V. Fornari”:
Presso l’ex-Magistrale vi sono stati lavori per il risanamento statico e l’adeguamento alle norme di sicurezza. Nel bilancio provinciale 2009 sono stanziati € 1.020.000 per la realizzazione della palestra coperta – dopo 30 anni dalla costruzione del plesso – che sarà realizzata garantendo la sua autonomia logistico-funzionale dal plesso preesistente, affinché sia fruibile nelle ore extrascolastiche da parte di associazioni e gruppi sportivi della città.

Liceo Classico “Da Vinci”:
Per il Liceo finiranno a metà giugno i lavori di messa a norma dello storico immobile, interessato dal rifacimento dell’impianto elettrico e idrico, dalla sostituzione dei pavimenti (salvo quelli artistici che saranno recuperati), dalla sistemazione della nuova pavimentazione sportiva nella palestra di Via Cavallotti che ora è totalmente agibile a differenza di anni fa.

Istituto Professionale per le Attività Marinare “A. Vespucci”:
Nel bilancio 2009 sono stanziate risorse per rifacimento delle facciate esterne, sostituzione degli infissi e sistemazione della palestra.

3 milioni di euro per le STRADE:
Negli ultimi anni sono state sistemate le strade provinciali che collegano Molfetta con Terlizzi, Bitonto, Corato e anche la provinciale per Ruvo da sempre con problemi di percorribilità e sicurezza, attraverso il rifacimento di tutta la segnaletica orizzontale e verticale per migliorare la visibilità per il guidatore. Nel bilancio 2009 vi sono ulteriori finanziamenti per la sistemazione della Molfetta-Ruvo per interventi di consolidamento statico del ponte e l’ultimazione della pavimentazione stradale.

Istituto “APICELLA”:
Dopo anni di abbandono, il rilancio dell’Apicella è stato al centro dell’azione della giunta Divella e tra le iniziative di maggior respiro dell’Assessorato provinciale alla Solidarietà Sociale. Dopo la firma nel 2007 del protocollo d’intesa tra Provincia, Ente Nazionale Sordi, Asl Bari, Università degli Studi di Bari e Istituto Alberghiero, l’Apicella è pronta a diventare un polo per tutto il Sud in grado di offrire risposte agli audiolesi.
La Asl Ba curerà il Centro Specialistico di Audiologia e Foniatria con servizio di logopedia, nonché trasferirà il Consultorio Familiare, la P.U.A. (porta unica d’accesso ai servizi socio-sanitari) e altri servizi distrettuali. L’Università di Bari, in raccordo con la Asl, decentrerà attività didattiche e formative dei corsi di laurea in logopedia, tecniche audiometriste della Facoltà di Medicina e Chirurgia.
All’ENS, che avrà sede regionale presso l’Apicella, il compito di attivare un centro d’ascolto, corsi di formazione e servizi rivolti alle persone sorde e loro famiglie, nonché l’affidamento della biblioteca dell’Apicella e il Museo dell’arte tipografica. L’Apicella sarà sede della centrale operativa regionale del Servizio Ponte, finalizzato ad abbattere le barriere comunicative tra sordi e udenti. All’Istituto Alberghiero il compito di promuovere percorsi di istruzione e formazione, per l’inclusione sociale e lavorativa dei sordi.
A breve partiranno le procedure d’appalto per la ristrutturazione dell’immobile e l’attivazione dei servizi attingendo a fondi comunitari messi a disposizione dalla Regione per un importo di € 1.650.000.

Riapertura del PULO:
Il 30 novembre 2008 è stato riaperto un gioiello dell’archeologia pugliese, per cui la Provincia ha profuso un impegno particolare, rendendo fruibile questo bene per tutta la comunità dopo anni di oblìo.
Prima di riaprirlo ci sono stati 2 anni di continui tentativi da parte della Provincia di raccordarsi con il Comune di Molfetta per reperire le risorse necessarie al ripristino del sito e creare un “Sistema Pulo” che includesse anche il Fondo Azzollini e il Museo Archeologico di proprietà del Comune.
Dopo ripetuti rinvii del Comune, la Provincia ha provveduto ai lavori di ripristino e ha affidato il sito a un consorzio di associazioni – “Polje” – che ora stanno gestendo il Pul, che nei primi 5 mesi, ha ospitato più di 4.000 visitatori. A febbraio, il consorzio Polje era presente nello stand della Provincia alla Borsa Internazionale del Turismo a Milano per promuovere il Pulo di Molfetta.
Inoltre la Provincia ha richiesto alla Regione il riconoscimento del Pulo come Sito di Importanza Comunitaria. Dopo 20 la Provincia ha restituito non solo ai molfettesi, ma a tutti i pugliesi, una risorsa culturale e turistica unica nel suo genere.

Impianto di COMPOSTAGGIO:
Lo scorso aprile la Provincia ha stanziato € 2.300.000 per gli interventi di adeguamento e rimessa in esercizio dell’impianto di compostaggio di proprietà del Comune di Molfetta, finalizzato alla produzione di compost, unico impianto pubblico nel territorio provinciale.
L’obiettivo è incrementare i livelli di raccolta differenziata della frazione organica che attualmente finisce in discarica e valorizzare appieno un impianto dalle enormi potenzialità che finora ha funzionato poco e male.
Il tutto a pochi giorni dall’approvazione del Piano provinciale dei rifiuti che promuove ogni misura utile per incrementare la differenziata.

Centro Territoriale per l’Impiego:
Per la messa a norma degli ambienti oltre che per l’infrastrutturazione informatica vi sono stati interventi per 240.000 euro.

Torre Gavetone:
La Provincia ha individuato Torre Gavetone tra le sette spiagge del litorale provinciale da riqualificare. L’intervento, pensato in una logica conservativa dei luoghi, va nella direzione di migliorare l’accesso alla spiaggia anche per i disabili grazie alla risistemazione del percorso che dal parcheggio conduce alla zona della torre. Inoltre è prevista l’installazione di panchine in monoliti di pietra, rastrelliere per le biciclette e cestini porta rifiuti. Sono attualmente in corso le procedure di gara per l’affidamento dei lavori.

Diffidate dalle bugie altrui!!!

PRC-Molfetta


Rispondi